Coltivare l'orto Editrice
HomeTutti gli articoliVisita lo Shop
ANTOLOGIA DI ARTICOLI
TUTTO IL MEGLIO SULL'ORTO
 
Calendario lunare APRILE 2018. Tutte le semine nell’orto
Il basilico greco ha foglie piccole e assume naturalmente forme globose molto decorative
Condividi questo articolo sul tuo Social Network preferito
 
 

Il mese di aprile 2018 inizia in luna calante, che diventa LUNA NUOVA lunedì 16. Da martedì 17, fino alla luna PIENA di lunedì 30  la fase lunare è crescete.  In questo mese si possono seminare e trapiantare moltissimi ortaggi, sia nella fase crescente che in quella calante

Aprile, nella maggior parte della penisola comincia ad essere possibile la semina (o il trapianto all’aperto) di una grande quantità di ortaggi. In molte zone però,come per esempio quelle interne appenniniche e quelle alpine, come pure nelle località al di sopra dei 600 metri, occorre svolgere queste operazioni più verso la fine del mese.
In questo periodo primaverile e fino all’arresto delle piogge nell’orto si scatenano le erbe spontanee. Alcune possono essere decisamente utili, come l’ortica che è un ottimo fertilizzante; altre sono tradizionalmente commestibili, come la portulaca; altre hanno usi meno immediati. Tutte però possono essere molto invadenti, fino a soffocare le nostre piantagioni in fase di crescita. 
 
 
Le angurie si seminano in luna crescente
 
L’invasione di erbe spontanee si può combattere in diversi modi, tra i quali ricordo:
- gli arnesi tradizionali, come il sarchiatore, la zappetta, l’estirpatore;
- le mani nude, con le quali afferrare e strappare le erbe più vicine ai fusti degli ortaggi;
- il decespugliatore a filo, che però può essere usato solo lungo i sentierini o i bordi esterni delle aiuole;
- la pacciamatura preventiva, che consiste nel mettere a dimora le piantine su aiuole protette da un telo pacciamante nero o verde; questo metodo richiede un lavoro magguiore al momento dell’impianto, ma è molto efficace; oltre a prevenire la nascita dellek infestanti assicura anche un migliore microclima al terreno. 
- assolutamente  da escludere, naturalmente, l’uso di diserbanti chimici.
Il cavolo di Bruxelles forma molti iccoli cavolini lungo il fusto
 
 

I segreti delle semine

Orto biologico e sinergico.
SEMINARE CON SUCCESSO PER RACCOGLIERE CON ABBONDANZA
Calcolo dei giorni migliori per la semina di ogni ortaggio

SOLO IN E-BOOK (pdf e epub)
110 pagine. Formato 17x24.  Illustrato.


 

Un libro che fa finalmente chiarezza sull’uso delle fasi lunari nella coltivazione dell’orto, in particolare sui periodi di semina.

Dopo aver spiegato come, perché e quando la luna influisce, prende questo dato come riferimento per calcolare con estrema precisione i giorni più favorevoli alla semina di ogni ortaggio. I nuovi criteri di coltivazione dell’orto tendono a emanciparsi dalla necessità di produrre a tutti i costi: privilegiano la genuinità del cibo e la naturalità dei metodi adottati in ogni fase. Nasce così l’orto biologico, che raggiunge la sua punta più avanzata nell’orto sinergico. In queste condizioni le piante non sono più violentate nella crescita da concimi, ormoni e pesticidi di varia natura, spesso usati massicciamente e oltre la reale necessità. Liberate dai condizionamenti chimici, e affidate nuovamente alle cure di terra, sole, acqua e aria, le uniche cose di cui hanno veramente bisogno, rigenerano la loro sensibilità alle influenze delicate dell’ambiente, come quella, osteggiata e misconosciuta, delle fasi lunari.

Questo libro prende in considerazione alcuni dati scientifici, come il tempo di germinazione e la temperatura necessaria, oltre a un dato che ci viene dalla tradizione millenaria, quello dell’influenza lunare. Dalla sinergia di queste informazioni deriva il calcolo dei giorni più adatti alla semina di ogni ortaggio.

ACQUISTA e scarica SUBITO

Disponibile anche nel formato a stampa

 

 

Coltivare i pomodori nell’orto. Come avere raccolti strepitosi

Dalla semina alla raccolta. Varietà, cure colturali, malattie, parassiti, concimazione, potatura

270 pagine. Illustrato con 250 foto e disegni

Osiamo dire, senza tema di smentite, che al momento questo libro rappresenta il più completo manuale dedicato alla coltivazione del pomodoro nell’orto.
Per saperne di più:
https://goo.gl/c4wQSW

DOVE PUOI TROVARE I NOSTRI E-BOOK
ORTOSHOP.EU
  
www.ortoshop.eu
:

...E MOLTE ALTRE LIBRERIE ONLINE

 
 

Nel progettare le nuove semine ricordiamoci di attuare il principio sempre valido della rotazione: questo significa che non metteremo mai nelle aiuole le stesse verdure dell’anno precedente. Una buona abitudine sarebbe quella di rimettere la stessa verdura nella stessa aiuola solo dopo tre anni almeno. Qualcuno obietterà: ma nelle serre industriali coltivano lo stesso ortaggio per decine di anni, per esempio pomodori, peperoni, zucchine. Vero. Forse però non è noto che in questi casi viene praticamente sostituito il primo strato di 30 cm di terra, con trattamenti particolari e  infilandoci tanti di quei concimi chimici che neppure immaginiamo: però possiamo immaginare che cosa ci mangiamo.
Un determinato ortaggio tende a succhiare dalla terra tutte le sostanze che gli servono in modo particolare, sicché la terra, impoverita, ha bisogno di qualche anno per riacquistarle naturalmente.

Aprile porta la fioritura di molti alberi da frutto; molti altri sono già fioriti in marzo.
 
 
 

Calendario delle semine e zone climatiche
L’Italia, oltre ad allungarsi molto nel mare mediterraneo costituendo un ponte dall’Europa  all’Africa, è composta da territori affacciati sul mare che diventano subito collinari e montuosi nelle catene alpina ed appenninica. Ciò determina una grande varietà di climi e temperature che coesistono nei medesimi periodi. Se nel mese di marzo in Sicilia è già possibile seminare all’aperto pomodori e peperoni, in altre regioni questo si può fare solo a maggio. Nella pratica, si usa dividere la penisola in alcune zone climatiche principali: la zona alpina, quella appenninica, la pianura padana con la fascia adriatica, la zona tirrenica dalla Liguria alla Calabria e le isole.
Ciò detto, risulta evidente che una Tabella delle semine, se è adatta ad una fascia climatica, può non esserlo per le altre. Le Tabelle che io propongo in questo blog sono mirate alla zona padano-adriatica, e tuttavia è possibile adattarle alla propria realtà considerando grosso modo queste differenze:

zona alpina: un ritardo di 25-50 giorni
zona appenninica: un ritardo di 20-40 giorni
zona tirrenica: un anticipo di 7-15 giorni
zona insulare: un anticipo di 25-40 giorni

 
 

Nessuno può darti di più

Offerta a tempo limitato. Approfitta oggi

 
I pomodori del nostro vivaio possono essere trapiantati in luna crescente. Nella foto, piantine di pomodoro giallo Roman Candle, emerse da pochi giorni.
 

Temperatura minima di germinazione e media di crescita
L’individuazione più puntuale delle date di semina è data dall’osservazione  della temperatura locale, nell’ambito del periodo preferito dalla specifica coltivazione. Ogni ortaggio ha una TEMPERATURA MINIMA DI GERMINAZIONE, al di sotto della quale la pianta non nasce (e spesso neppure al di sopra). Quindi prima di procedere ad una semina osservare la temperatura DI PICCO della propria zona, cioè quella più alta, in genere il pomeriggio, e confrontarla con quelle indicate nella tabella qui sotto.
Così pure per crescere ogni pianta ha bisogno di una temperatura diversa da quella di germinazione che definiamo TEMPERATURA MEDIA DI CRESCITA. Questa è data da una media ragionevole tra la minima notturna e la massima diurna. E’ ovvio che queste due non devono presentare picchi come zero gradi o quaranta gradi, in questi casi la media non è ricavabile. Cioè, l’intervallo tra la minima e la massima deve essere ragionevole.

Semi del fagiolo rampicante "Un metro"
 
 

Ricapitolando, una volta stabilito che gli spinaci si seminano da agosto a novembre, prima di piantarli nel vostro orto verificate che le temperature specifiche corrispondano almeno con qualche approssimazione a quelle indicate in tabella. In agosto potrebbe essere ancora troppo caldo, in novembre potrebbe essere già troppo freddo.
Nelle Tabelle di questo mese oltre all’indicazione delle temperature distinguo tre tipi di semina: all’aperto, in serra fredda, in serra riscaldata.
All’aperto significa in pieno campo, senza protezioni. Ovviamente queste semine non sono possibili in zone soggette a gelate notturne. In serra fredda significa che l’ortaggio viene seminato proteggendolo con qualsiasi mezzo (da una vera e propria serra non riscaldata, ad un tunnel di plastica, fino ad un telo di tessuto non tessuto allargato sull’aiuola nei periodi troppo freddi). Questo tipo di semina si può fare nelle zone che normalmente non raggiungono lo 0 C° notturno, ma potrebbero raggiungerlo; per certe coltivazioni non si deve scendere sotto i 5 gradi. Invece la coltivazione in serra calda si potrebbe fare teoricamente per tutti gli ortaggi, ma occorre una buona esperienza perché basta un piccolo errore per compromettere tutto il raccolto. Generalmente chi dispone di una serra calda è già in grado di utilizzarla con profitto.

Cicoria rossa di Treviso pronta al trapianto. Notate che le cicorie rosse sono verdi nella fase di crescita, e diventano rosse solo a maturazione.
 
 

Coltivare i peperoncini piccanti

Dagli innocui Bell e Poblano  agli infernali Fatali, Habanero , Bhut Jolokia e Trinidad Scorpion Moruga

Coltivare l’orto Editrice 2013

72  pagine. Formato 17x24. Prezzo euro 5,00

Esistono migliaia di varietà coltivate di peperoncino. Si tratta di una spezia amata e diffusa in tutto il mondo, attorno alla quale si è sviluppata una cultura che vede impegnati migliaia di appassionati. Spesso questi si tramutano in veri e propri collezionisti di varietà , molte delle quali si contendono la palma di peperoncino più piccante al mondo. Dopo una lunga permanenza dell’Habanero ai vertici del Guinness dei Primati, ora è la volta del Bhut Jolokia. Questo libro introduce in modo semplice ma completo all’affascinante mondo dei peperoncini e alla loro coltivazione: anche un piccolo terrazzo può essere sufficiente.

PER SAPERNE DI PIU'
 

 
 

Coltivare l'orto. Piccoli trucchi e antichi segreti
di Bruno Del Medico
Seconda edizione 2013
128 Pagine. Formato 17x24 cm. Illustrato
 

Finalmente un manuale sulla coltivazione dell'orto non scritto da qualche eccentrico americano del Tennessee né da qualche professore di agraria, ma da un vero hobbysta. Quando non sapeva ancora camminare, oltre mezzo secolo fa, l'autore accompagnava il padre nel piccolo orto familiare e apprendeva i piccoli trucchi e i segreti antichi di quest'arte. La tecnica moderna ha introdotto la chimica, che il vero hobbysta rifugge. Questo libro vi darà i migliori suggerimenti per seminare, coltivare e raccogliere gustosissimi ortaggi per la gioia della vostra tavola.

PER SAPERNE DI PIU'

 
 
 

 

Il porro si semina e si trapianta in luna calante

 

Per quanto riguarda più propriamente il calendario,  vediamo quali sono le fasi lunari di APRILE.  Quelle suggerite per il periodo di luna crescente sono riportate nella tabella qui sotto.

LEGENDA
Zona:  1= Zona alpina. 2= Fascia appenninica e zone montagnose interne 3= Zona padana e adriatica fino al Molise 4= Fascia tirrenica e ionica dalla Liguria alla puglia. 5= Zona delle isole,
Operazione: S= Semina. T= Trapianto

Tabella delle semine nel mese di APRILE 2018
in LUNA CRESCENTE 
da mart
edì 17 a lunedì 30 aprile

Ortaggio

Temperature

All’aperto

Serra fredda

Serra calda

 

Minima di germina- zione C°

Media di crescita

Zona

Opera
zione

Zona

Opera
zione

Zona

Opera
zione

Anguria

30

25

345

ST

345

ST

12

ST

Carciofo

30

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Cardo

30

15-20

45

S

2345

S

12345

S

Carota

25.30

15-20

45

S

2345

S

12345

S

Cavolo broccolo

30

15-20

345

S

2345

S

12345

ST

Cavolfiore

30

15-20

345

S

2345

S

12345

ST

Cavolo di Bruxelles

30

15-20

345

S

2345

S

12345

ST

Cetriolo

30

25

345

ST

345

ST

12345

ST

Cicoria da taglio

20-25

15-20

45

S

2345

S

12345

ST

Fagioli nani e rampic

30

25

345

S

2345

S

12345

S

Fava

25-30

15-20

123

S

 

 

 

 

Fragola

6

10

2345

T

 

 

 

 

Lattuga da taglio

20-25

15-20

45

S

2345

ST

12345

ST

Melanzana

25-30

25

345

T

2345

ST

123

ST

Melone

25-30

25

345

ST

345

ST

123

ST

Peperone

25-30

25

345

T

345

ST

123

ST

Pisello e Taccola

5

Inferiore a 15

12345

S

123

S

 

 

Pomodoro

20-25

25

2345

T

2345

ST

123

ST

Prezzemolo

15-20

15-20

2345

ST

12345

ST

12345

ST

Ravanello

20-25

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Rucola

15

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Zucca

25-30

25-30

345

ST

2345

ST

123

S

Zucchina

15

25-30

345

ST

2345

ST

12345

ST

 

Ravanelli seminati a spaglio
 

Invece, le semine suggerite per il periodo di luna calante sono quelle riportate nella tabella qui sotto.

LEGENDA
Zona:  1= Zona alpina. 2= Fascia appenninica e zone montagnose interne 3= Zona padana e adriatica fino al Molise 4= Fascia tirrenica e ionica dalla Liguria alla puglia. 5= Zona delle isole
Operazione: S= Semina. T= Trapianto

Tabella delle semine nel mese di APRILE 2018 in LUNA CALANTE
da domenica 1 a domenica 15 aprile

Ortaggio

Temperature

All’aperto

Serra fredda

Serra calda

 

Minima di germina- zione C°

Media di crescita

Zona

Opera
zione

Zona

Opera
zione

Zona

Opera
zione

Aglio
(spicchi)

20-25

15-20

345

T

 

 

 

 

Barbabietola

25-30

15-20

45

S

345

S

12345

S

Basilico

20-25

25

345

ST

345

S

12345

S

Bieta a coste
e erbette

15

15-20

45

S

345

ST

12345

ST

Cavolo cappuccio

25-30

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Cavolo verza

25-30

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Cicoria a cespo

20-25

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Cicoria da radice

20-25

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Cicoria rossa
o radicchio

20-25

15-20

345

S

2345

ST

12345

ST

Cipolla, bulbilli

25-30

15-20

2345

ST

 

 

 

 

Cipolla estiva

25-30

15-20

345

ST

345

ST

12345

ST

Indivia riccia
e scarola

20-25

15-20

345

S

345

ST

12345

ST

Lattuga a cappuccio varietà di stagione

20-25

15-20

345

S

2345

ST

12345

ST

Porro

25-30

15-20

345

ST

345

ST

12345

S

Rapa

25-30

15-20

45

S

345

ST

12345

ST

Sedano

20-25

15-20

345

ST

2345

ST

12345

ST

Spinacio

15-20

15-20

345

S

345

ST

12345

ST

Valeriana

15

15-20

345

S

345

ST

12345

ST

 
 

E-book
OFFERTA DEL MESE

Cogli l'attimo! Non perdere l'occasione!

 
 

LIBRI
OFFERTA DEL MESE
UN PREZIOSO MANUALE A STAMPA dal catalogo di
Coltivare l'orto Editrice

Questa offerta è valida 30 giorni e non verrà ripetuta

 
 
Condividi questo articolo sul tuo Social Network preferito
 
 
 
Questo articolo ti è stato utile? Clicca su  "Mi Piace"
 
 
Trovi interessante questo sito? 
Ogni pochi giorni vengono pubblicate novità, schede tecniche, esempi di coltivazione, prodotti, notizie utili al tuo hobby. Se vuoi essere informato GRATUITAMENTE  sulle novità di questo sito e degli altri blog del network, ISCRIVITI SUBITO. Potrai cancellarti quando vorrai.
BUON ORTO A TUTTI!!!
 
 
 

Vieni a trovarci su Facebook

Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
Consigli, suggerimenti, notizie utili per chi ama l'orticoltura. Visita:
http://goo.gl/1v2Grt
Il primo gruppo su Facebook dedicato alla coltivazione dell'orto.
Primo in termini di tempo e di iscritti.

Dibattiti, scambio di idee, opinioni a confronto.

ISCRIVITI ADESSO!QUI:
http://goo.gl/vpMvU5

Uno strumento utile per chi vuole coltivare il proprio orto secondo natura

Visita la pagina qui:

http://goo.gl/fJidsQ

 
 
BUON ORTO A TUTTI !!!