Novembre 2013. Calendario delle semine nell’orto, anche secondo le fasi lunari










 Home 
Tutti gli articoli
Descrizione

 

Condividi questo articolo sul tuo Social Network preferito

 
 

Novembre 2013 inizia in luna CALANTE, che diventa subito luna nuova Domenica 3. Da questa data in poi, quasi fino alla successiva luna PIENA (Domenica 17)  si potranno effettuare le semine e i trapianti che vanno fatti in luna crescente. Dal 18 novembre entriamo nuovamente in luna calante, fino al 3 dicembre.

 

Nel mese di novembre le possibilità di semine nell’orto si riducono moltissimo, e occorre scegliere con attenzione le verdure più resistenti al freddo. Dobbiamo considerare che, se al momento in molte zone della penisola le temperature sono ancora miti o comunque non scendono sotto i 10 °C se non in qualche rara notte, ben presto il freddo arriverà a colpire le nostre piante proprio nel momento del loro maggiore sviluppo. Nonostante ciò esiste un buon assortimento di ortaggi coltivabili, magari adottando qualche tecnica di protezione. Le più usate sono elencate nella tabella in basso. Resta inteso che la soluzione migliore sarebbe una serra, ma non sempre è disponibile e quando c’è, spesso, è di dimensioni  molto ridotte.

Il mese di novembre rappresenta l'ultimo limite per seminare le carote nel 2013
 

TECNICHE DI PROTEZIONE DAL FREDDO  IN UN PICCOLO ORTO

1

Pacciamatura.

La pacciamatura con telo nero ha lo scopo di catturare e mantenere il calore del terreno. Oltre ciò, diminuisce l’aggressione delle erbe spontanee. Una pacciamatura meno efficace ma utile per alberi e piante perenni si può ottenere accostando alla base delle piante foglie secche, trucioli, cartone, carta di giornale o altro materiale.

2

Tunnel di materia plastica

Si realizzano con archetti di filo di ferro abbastanza robusti (diametro minimo 3 mm) infissi nel terreno e ricoperti da telo plastico.

Il telo più usato è quello in polietilene, che però degrada rapidamente, Un telo più resistente è il PVC (cloruro di polivinile) che limita la condensa. Infine esiste il telo EVA, cioè Etile Vinile Acetato che costa più caro ma può durare ed essere riutilizzato per diversi anni.

Lo spessore ideale del telo di copertura è di 0,20 mm al nord e nella zona appenninica, 0,10-0,15 nrl resto della penisola.

3

Coperta di TNT (tessuto non tessuto). Rappresenta un rimedio provvisorio ma abbastanza efficace.

4

Barriere antivento

Vanno costruite ai bordi delle coltivazioni, mantenendole basse per non togliere luce solare.

 
In novembre si completa la raccolta dei peperoncini. Nella foto, peperoncini a campanella
 
 
 

Il momento migliore

 

Esistono anche argomenti a favore della coltivazione invernale. Tra questi, ricordo che i mesi autunnali e invernali hanno la piacevole caratteristica di vedere ridotta al minimo la necessità di irrigazione, e registrano la scomparsa della gran parte dei parassiti che d’esatte mordevano, rosicavamo e distruggevano i nostri ortaggi. Con il minor calore anche le malattie crittogamiche si riducono molto. Infine,  le verdure che si possono mettere in campo in novembre sono tutte quelle di più facile coltivazione.

Cappucci e verze si possono trapiantare ancora in novembre
 

E’ l’ora delle fave e dei piselli

Fave e piselli resistono molto bene al freddo, e possono essere seminate tranquillamente in questo periodo. Non necessitano di particolari cure, se non l’eliminazione delle erbe infestanti che altrimenti le sommergerebbero. I piselli d’inverno non richiedono praticamente nessuna innaffiatura, e per

 quanto riguarda la concimazione, sia loro che le fave riescono a fissare autonomamente l’azoto presente in modo naturale nel suolo, sicché potrete limitare le concimazioni all’apporto di un granulare per orto solo all’inizio della primavera, quando le piante accenneranno al risveglio ed alla emissione dei fiori.

Piantine di piselli pronte al trapianto
 

Ortaggi molto resistenti al freddo

Oltre alle fave ed ai piselli ci sono molte altre piante resistenti al freddo.

Ecco qui un piccolo elenco degli ortaggi MOLTO resistenti:

Aglio
Asparago
Cardo
Cavolo di Bruxelles, Cavolo Cappuccio, Caviolo Verza o di Milano, Cavolo nero o Cavolo penna o Cavolo Toscano

Fava

Fragola

Porro

Radicchio

Rapa

Spinacio

 
 
 
 
Il dragoncello si prepara a superare l'inverno
 

Temperatura minima di germinazione e media di crescita

L’individuazione più puntuale delle date di semina è data dall’osservazione  della temperatura locale, nell’ambito del periodo preferito dalla specifica coltivazione. Ogni ortaggio ha una TEMPERATURA MINIMA DI GERMINAZIONE, al di sotto della quale la pianta non nasce (e spesso neppure al di sopra). Quindi prima di procedere ad una semina osservare la temperatura DI PICCO della propria zona, cioè quella più alta, in genere il pomeriggio, e confrontarla con quelle indicate nella tabella qui sotto.

Così pure per crescere ogni pianta ha bisogno di una temperatura diversa da quella di germinazione che definiamo TEMPERATURA MEDIA DI CRESCITA. Questa è data da una media ragionevole tra la minima notturna e la massima diurna. E’ ovvio che queste due non devono presentare picchi come zero gradi o quaranta gradi, in questi casi la media non è ricavabile. Cioè, l’intervallo tra la minima e la massima deve essere ragionevole.

Le fave seminate nel tardo autunno daranno i loro frutti all'inizio della primavera
 
 
 
 

Con le fasi lunari di questo mese, le semine suggerite per il periodo di luna crescente sono quelle riportate nella tabella qui sotto.

 

Tabella delle semine nel mese di NOVEMBRE 2013
in LUNA CRESCENTE  dal 4  al  16
 

Ortaggio

Temperature

Operazioni

 

Minima di germina zione C°

Media di crescita

Operazione
(S= Semina  T= Trapianto)

Carciofo

30

15-20

T

Carota

25.30

15-20

T

Cavolo broccolo

30

15-20

T

Cavolfiore

30

15-20

T

Cicoria da taglio

20-25

15-20

S

Fave

25-30

15-20

S

Piselli

5

inferiore a 15

S

Prezzemolo

15-20

15-20

ST

Rucola

15

15-20

ST

L'inverno è il momento adatto a potare il rosmarino, per dare forma al cespuglio eliminando tutti i getti disordinati
 

Invece, sempre con le fasi lunari di questo mese, le semine suggerite per il periodo di luna calante sono quelle riportate nella tabella qui sotto.

Tabella delle semine nel mese di NOVEMBRE 2013
In LUNA CALANTE
Dal 1 al 3,  e poi dal 18 al 3 dicembre.

 

Ortaggio

Temperature

Operazioni  all’aperto

 

Minima di germina zione C°

Media di crescita

Operazione
(S= Semina  T= Trapianto)

Aglio (spicchi)

 

15-20

S

Asparago (radici)

 

15

 

Bieta a coste
e erbette

15

15-20

T

Cavolo cappuccio

25-30

15-20

T

Cavolo verza

25-30

15-20

T

Cicoria rossa
o radicchio

20-25

15-20

T

Cima di rapa

25

15-20

S

Cipolla invernale

25-30

15-20

S

Finocchi

20-25

15-20

T

Indivia riccia
e scarola

20-25

15-20

T

Lattuga a cappuccio varietà di stagione

20-25

15-20

ST

Lattuga romana

20-25

15-20

T

Rapa

25-30

15-20

T

Spinacio

15-20

15-20

ST

Valeriana

15

15-20

S

 

E' ora di raccogliere le melanzane da seme che abbiamo lasciato sulle piante. Per ricavare il seme vanno sminuzzate e messe per una settimana in acqua, per consentire il distacco dei semi dalla polpa.
 
 
 
Questo articolo ti è stato utile? Clicca su  "Mi Piace"
 
 

Vuoi vedere la raccolta di tutti i migliori articoli pubblicati da Coltivare l'orto?La trovi qui

 
BUON ORTO A TUTTI!!!
 
 
 
 
 

Iscriviti alle News di Coltivare l'orto

Verrai subito reindirizzato alla pagina per scaricare tutti gli ebook gratuiti disponibili

HomeTutti gli articoli